Poesia Visiva

Lucia Marcucci

lucia marcucci opere, quotazioni , stime

L'astrattismo

Alvaro Monninio

alvaro monnini opere, quotazioni , stime
Flag Counter

Ceccobelli Bruno

 

Nasce a Todi nel 1952. A Roma frequenta l’Accademia di Belli Arti, dove si diploma in scenografia con Toti Scialoja.
Nel 1977 tiene a Roma la sua prima personale allo Spazio Alternativo.

Nel 1978, insieme a Gianni Dessi’ e Giuseppe Gallo espone alla Galleria Ugo Ferranti di Roma e l’anno successivo alla Galleria Yvon Lambert di Parigi, galleristi con cui avvia allora una lunga collaborazione. Nel 1979 partecipa alla rassegna Europa 79 a Stoccarda. Nel 1981, sempre con Dessi’ e Gallo, espone al Groninger Museum di Groningen e nel 1983 alla Salvatore Ala Gallery di New York. Tra il 1984 e il 1985 tiene due mostre personali alla galleria di Gian Enzo Sperone, prima a Roma poi a New York.

Nel 1984 espone alla mostra Ateliers presso l’ex Pastificio Cerere a San Lorenzo, dove Ceccobelli ha da poco trasferito il suo studio.

Alla fine degli anni Settanta, abbandonate le iniziali ricerche concettuali, Ceccobelli recupera tecniche e modalità della pittura e della scultura. A queste accosta l’uso di materiali naturali e di oggetti di recupero. Cenere, zolfo, cera, piombo, catrame, con le loro particolari tonalità e consistenze, contribuiscono a caricare le immagini di una forza evocativa che allude ai primordi del linguaggio visivo. Nei suoi dipinti e nelle sue sculture si muove un universo di simboli e icone (segni alfabetici e numerici, pesci, croci), che mira a disvelare l’essenza stessa della realtà attraverso la personale visione dell’artista.

Nel 1984 e nel 1986 partecipa alla Biennale di Venezia. Sempre nel 1986 espone alla Quadriennale di Roma.

Ampie rassegne vengono dedicate al suo lavoro dal Museum Centre Saydie Bronfman di Montreal (1993), dalla Galleria d’arte Moderna di Rimini (1993) e dal Museo d’Arte Contemporanea di Riccione (2000).
Nel corso degli anni Novanta Ceccobelli inizia a dedicarsi anche alla lavorazione del marmo.
Nel 2005 presenta la mostra Grandi opere 1989-2005 presso la galleria Guastalla Centro Arte di Livorno e pubblica il libro Tempo senza tempo della pittura (De Luca, Roma).

Nel 2009 a MartRovereto Italia Contemporanea