Poesia Visiva

Lucia Marcucci

lucia marcucci opere, quotazioni , stime

L'astrattismo

Alvaro Monninio

alvaro monnini opere, quotazioni , stime
Flag Counter

De Gregorio Giuseppe

 

Nacque a Spoleto nel 1920.
Alla fine degli anni Quaranta iniziò la sua attività artistica come pittore, partecipando ad alcune mostre collettive dove ottenne i primi riconoscimenti ufficiali, vincendo alcuni premi.
Rappresentante di spicco del cosiddetto "Gruppo di Spoleto", fondato nel 1954 insieme a Filippo Marignoli, Piero Raspi, Giannetto Orsini, Ugo Rambaldi e Bruno Toscano, De Gregorio venne ben presto segnalato dalla critica più qualificata come una delle giovani promesse dell'arte italiana.
La sua ricerca pittorica, partita da influenze post cubiste, evolvette presto nell'informale e, all'inizio degli anni Sessanta, in quello definito "ultimo naturalismo" per l'evidente recupero di soggetti di natura nella struttura informale.
Seguito da critici quali Arcangeli, Calvesi, Crispolti, De Grada e Carandente, espose da subito in importanti gallerie italiane ed estere, partecipando nel 1956 e, in altri anni, alla Quadriennale di Roma e nel 1964 alla Biennale di Venezia.

Nel 1965 partecipò alla prima edizione del "Premio nazionale di Pittura" di Corciano, risultando vincitore, come pure, per la quarta edizione; nel 1968 e, negli anni successivi, ebbe successo in altri concorsi nazionali in varie città, vincendo spesso il primo premio.
Nel 1974 si trasferì a Firenze, ma rimase sempre legato alla sua città natale per la quale realizzò, nel 1978, su invito del maestro Giancarlo Menotti, il manifesto del XXI Festival dei Due Mondi.
Negli anni Settanta e Ottanta partecipò a decine di mostre nelle principali città italiane, dove riscosse sempre molto successo e unanimi consensi.
Dopo la lunga permanenza a Firenze tornò definitivamente, nel 1997, a Spoleto continuando a dipingere fino al 2003, anno in cui espose a Sangemini, in quella che può essere considerata la sua ultima significativa mostra personale, oltre a quella postuma allestita, nell'agosto del 2008, nel palazzo comunale di Corciano.
E' morto a Spoleto nella notte del 31 dicembre 2007.
Le presenti informazioni sono tratte dallo strumento di ricerca redatto dal funzionario della Soprintendenza archivistica per l'Umbria, Gianluca Pistelli.