Poesia Visiva

Lucia Marcucci

lucia marcucci opere, quotazioni , stime

L'astrattismo

Alvaro Monninio

alvaro monnini opere, quotazioni , stime
Flag Counter

Silvio Loffredo


Nasce nel 1920 a Parigi a Montparnasse, da una famiglia italiana. Suo padre è un pittore professionista e sarà proprio lui a insegnargli i primi segreti del mestiere. Dopo aver seguito i corsi di nudo a la Grand Chaumière, nel 1945 viene in Italia per perfezionare gli studi e frequenta l’Istituto d’Arte di Siena e l’Accademia di Belle Arti di Roma e di Firenze.

Nell’immediato dopoguerra torna a Parigi e infine trova a casa a Firenze, la città dove sceglie di rimanere per tutta la vita divenendo una delle figure di riferimento del panorama artistico, amico di Ottone Rosai e Ardengo Soffici, promotore di un continuo scambio di esperienze tra Italia e Francia.


Negli anni Sessanta si reca in Svizzera ed entra in contatto con Oskar Kokoschka, che diventerà da quel momento il suo maestro e il suo riferimento culturale e che influenzerà fortemente la sua ricerca stilistica.

Ha partecipato con un’esposizione personale alla XXXII Esposizione internazionale d'arte di Venezia e a numerose edizioni della Quadriennale di Roma. È stato titolare dal 1973 al 1990 della Cattedra di pittura all’Accademia di Belle Arti di Firenze.

La sua pittura, di impostazione figurativa, si caratterizza per uno stile ironico, libero, molto riconoscibile, di chiara matrice post espressionista. Temi ricorrenti i gatti, i ritratti, i battisteri, immagini di vita in città, i bestiari.

Sue opere sono conservate presso la Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea di Roma.

Muore a Firenze nel 2013.